Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on whatsapp

Profumini dell’amore per San Valentino (e non solo) sotto i 100€

Voi parlate, noi vi ascoltiamo! Il nostro regalo di San Valentino – la festa dell’amore – è questo: una lista di profumini facilmente reperibili a un prezzo entry-level, perfetti per chi vuole pucciare il piede in un territorio nuovo e concedersi un regalo, o fare un pensierino, alla persona amata.

I profumini dell’amore sono divisi per categoria (dolce, fatale, elegante) ma hanno alcune caratteristiche in comune:

a) Si trovano nelle catene di profumeria più diffuse (oppure online).
b) Il budget è contenuto: sotto i 100€ – a volte di molto, anzi quasi sempre – e la maggior parte attualmente è persino in offerta!
c) Tutti hanno un’anima…

Extra tip (sottovoce)… per ogni categoria c’è un dupe: un profumo molto, molto più costoso, ma non specifico ulteriormente per non far fare preferenze. Chissà chi indovina!

Categoria DOLCE (è il mio genere preferito, si sa, ed è San Valentino… non potevo non partire dai gourmand!)

Signorina Misteriosa – Salvatore Ferragamo (100ml, 46€ circa)
Sorrido sempre quando leggo questo nome…
«Ciao, cosa indossi?»
«Signorina misteriosssa!»
The drama.
Mi viene quasi da leggerlo con l’accento spagnolo, coprendomi il viso con un ventaglio. Del «misterioso canonico» non ha niente – a meno che non consideriate enigmatica una deliziosa pavlova alla vaniglia con frutti di bosco (more per l’esattezza) – dolce e fruttata. Forse il trucco è tutto lì?

Tendre Madeleine – Laurence Dumont (100ml, 30€ circa)
Un altro profumo con un nome fuorviante… Lo ammetto subito: non sa letteralmente di madeleine – i soffici dolcetti francesi che evocano l’infanzia di Proust. Ma è comunque incantevole: vaniglia agrumata, spolverata di cannella, leggera e innocente, come l’allure che regala questo profumo.

Candy Night – Prada (80ml, 76€ circa)
Uh… Ora mi sento come se vi stessi facendo cenno con la mano di avvicinarvi per un segreto. Il miglior profumo alla polvere di cacao si nasconde qui, sotto forma di un «flanker» (ovvero la variazione di un profumo popolare) dell’originale «Candy» di Prada – a sua volta un gourmand (più zuccherino e brillante). Candy Night prende il caramello del suo predecessore e lo ricopre di cioccolato fondente scuro. Cioccolatini per San Valentino? Questa non è un’idea così banale alla fine…

Categoria FATALE: questo è per voi, conquistador. Potrei dire «astenersi timidi», ma chi sono io per giudicare un* riservat* rubacuori che vuole lasciar parlare la propria scia… Anzi, a me sembra un ottimo piano!

Lust – Lush (100ml, 70€)
Parlo così tanto di questo profumo che ho dovuto fare double-check sul sito per assicurarmi di non averlo già nominato. Lust! Lussuria! La cosa che amo dei fiori bianchi è il modo in cui possono passare da angelici a puro peccato… a seconda di come gira. E qui sono decisamente peccatori. Gelsomino crudo, burroso e ammaliante. Potrebbe averlo disegnato Tom Ford.

La Belle – Jean Paul Gaultier (100ml, 87€ circa)
Hype! Se sei un* nerd dei profumi come me, e hai già fatto una capatina su YouTube negli ultimi mesi, sai di cosa parlo. E in genere, da brava bastian contrario, son sempre dubbiosa. Ma Santo cielo! Chi l’avrebbe mai detto che avrei definito «provocante» un’esplosione di pera verde caramellata? PS: pare sia proprio un magnete…

Cloud – Ariana Grande (100ml, 60€ circa)
L’unico semi-outing che farò, perché dei tre dupe è il più famoso e perché concettualmente amo questa storia. Che le note di uno dei profumi più ambiti e micidiali – indossato da donne con filler tacco dodici da Nobu (lo uso anche, io quindi posso dirlo, I’m donna con tacco dodici… almeno inside) – siano così simili a quelle di un profumo contenuto in una confezione a forma di nuvoletta proposta da una popstar… Be’! C’è chi lo trova sconveniente, ma io lo trovo fantastico. E li trovo entrambi azzeccati! Voglio dire: Cloud in effetti è più dolce e artificiale (più «plastica» nel senso buono) del profumo a cui sembra ispirato, ma l’effetto è lo stesso: irresistibile zucchero bruciato!

Categoria ELEGANTE

La Panthere – Cartier (50ml, 80€ circa)
Classe d’altri tempi, in bottiglia. Quando vuoi «sapere di buono», di sapone-ma-non-di-sapone (mi viene in mente la gardenia) è questo il profumo a cui penso (e il flacone?Parliamone!)… Un sottile floreale talcato, efforthless. Lo metti e ti sembra di aver appena fatta una favolosa manicure.

Knot – Bottega Veneta (50ml, 80€ circa)
Seduzione moderna. Aria fresca e pulita – settembrina – tra gli ulivi. Neroli e muschio. Anni e anni fa finii, per qualche buffa congiunzione astrale, a fare da giudice per l’Accademia del profumo e passai un paio di giornate ad annusare profumi su profumi. Al mio naso anarchico, inizialmente, tutti erano noiosi. Lui mi colpì così tanto che ancora oggi ripenso a quel momento… È senza tempo!

Meharees – L’Erbolario
Mmmh… l’Erborario! Crea tra i migliori profumi a poco prezzo sul mercato e poi li toglie. Li rimette e poi li toglie. Be’… A quanto pare, però, pian piano stan tornando tutti. E che meraviglia, Meharees! Un muschio colto, di carattere, ipnotico ed elegantissimo, perfetto sui golf. Me lo immagino su Joan Didion, immortalata con una sigaretta in mano, ma in cachemire. Ho detto tutto?!

ARTICOLI CORRELATI