Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on whatsapp

Scrub, gommage, peeling: cosa preferire e perché?

Sentiamo spesso parlare di esfoliazione e di prodotti esfolianti, ma rispetto a questi trattamenti le domande sono sempre tantissime. Per esempio: l’esfoliazione è così importante? Perché? È davvero fondamentale esfoliare con regolarità? Gli esfolianti sono tutti uguali? In questo articolo cercherò di rispondere alle domande più frequenti, per fare un po’ di chiarezza.

Per cominciare, l’esfoliazione è un trattamento previsto in quasi tutti i protocolli estetici viso e corpo, a casa come negli istituiti di bellezza, e – sì! – è considerata spesso fondamentale per avere una pelle visibilmente più luminosa, levigata e rinnovata, sia nell’immediato, sia nel lungo termine.

Detto questo, è importante chiarire che gli esfolianti non sono tutti uguali. Innanzitutto, forse non tutti sanno che si dividono in esfolianti fisici e chimici.

1. Tra gli esfolianti fisici, detti anche meccanici, troviamo lo scrub e il gommage.
In questo caso si tratta di prodotti cosmetici che presentano in formulazione microgranuli abrasivi naturali (polvere di nocciolo di albicocca, microsfere di jojoba, ecc.) di dimensioni differenti, per poter essere destinati a zone diverse: viso e/o corpo.
La loro applicazione prevede il distacco dei corneociti, attraverso movimenti circolari, grazie alla presenza di sostanze abrasive.

(Nota bene: il gommage, rispetto allo scrub, si caratterizza per la sua delicatezza. In aggiunta agli ingredienti che presentano microgranuli si unisce l’azione di sostanze idratanti e lenitive).

Istruzioni per l’utilizzo di esfolianti fisici (scrub e gommage):
• Procedete con l’esfoliazione solo dopo un’accurata detersione di viso e/o corpo.
• Applicate lo scrub sulla pelle umida ed eseguite movimenti circolari, insistendo un po’ di più sulle zone ispessite o cariche di impurità.
• Dopo l’esfoliazione, risciacquate la cute accuratamente con acqua tiepida corrente e tamponate con un asciugamano.
• Successivamente, potete procedere con i vostri trattamenti di bellezza: una maschera e un massaggio con la vostra crema idratante preferita.
(I trattamenti in cabina variano in base agli inestetismi della cliente e risultano più mirati e personalizzati).

Gli esfolianti fisici sono adatti a tutti?

La risposta è NO! L’azione meccanica dello scrub, infatti, potrebbe generare microabrasioni superficiali. Si sconsiglia in particolare a chi ha una cute reattiva o in presenza di rossori localizzati o rosacea.

Per questo motivo, personalmente, sconsiglio sempre anche l’utilizzo di rimedi casalinghi: potreste utilizzare ingredienti (come sale o zucchero) la cui granulometria non è controllata, e quindi sbagliati per voi. L’esfoliazione meccanica è indolore e non prevede un’alterazione significativa della cute, ma in ogni caso è sempre preferibile una consulenza cosmetica ed estetica prima di procedere.

2. Gli esfolianti chimici sono prodotti cosmetici che contengono acidi, solitamente un mix di alfaidrossiacidi e/o betaidrossiacidi. L’azione esfoliante, generalmente, è determinata dall’utilizzo di sostanze acide ad azione cheratolitica, che riducono la forza di coesione dei corneociti nello strato corneo non superficiale.

Esistono peeling acidi superficiali e peeling acidi medi o profondi (che coinvolgono, in modo differente, anche il derma e sono a esclusivo uso medico). Ricordate che gli esfolianti chimici in determinate concentrazioni sono previsti solo ad uso professionale (per estetiste e medici).

Utilizzo di esfolianti chimici in cabina:
• Si procede con l’esfoliazione solo dopo un’accurata detersione di viso e/o corpo.
• Il peeling acido viene applicato con un pennello a ventaglio, di grandezza differente in base alla zona da trattare.
• Il prodotto viene steso in maniera uniforme, prima sulle zone meno sensibili, poi su quelle più sensibili.
• Il tempo di posa varia a seconda del prodotto, della cute, degli inestetismi e della sensibilità cutanea del cliente.
• Dopo l’esfoliazione, l’acido viene rimosso con una soluzione tampone, in grado di riequilibrare il pH della cute, previo utilizzo di dischetti o salviettine.
• Successivamente, si procede con una maschera e un massaggio con crema idratante o restitutiva.
• Il trattamento deve chiudersi sempre con fattore di protezione UVB e UVA, in caso di esposizione non diretta alla luce solare.
(Questi trattamenti variano in base all’inestetismo da trattare: rughe, impurità, iperpigmentazioni ecc.).

Gli esfolianti chimici sono adatti a tutti?
La risposta è SÌ! Per ogni inestetismo della cute, però, è consigliata una tipologia di esfoliante specifica.

Alcuni Esempi:
• Acido glicolico: viene utilizzato per rughe, cicatrici, macchie ed imperfezioni.
• Acido mandelico: indicato per pelli più delicate ed è un ottimo antibatterico.
• Acido lattico: ha una struttura molecolare più grande, quindi risulta ancor più delicato, e per questo motivo viene utilizzato in caso di pelle reattiva.
• Acido salicilico: indicato in caso di impurità, comedoni e sebo in eccesso.

Anche in questo caso è sempre preferibile una consulenza cosmetica ed estetica prima di procedere.

Attenzione: alcuni peeling acidi sono fotosensibilizzanti e non possono essere utilizzati in determinati periodi dell’anno (per esempio durante la stagione estiva). Un trattamento che prevede un’esfoliazione chimica potrebbe inoltre essere fastidioso e prevede un’alterazione significativa della cute. Per questo è indispensabile un buon trattamento domiciliare di mantenimento e l’applicazione una buona crema restitutiva.

È giusto esfoliare con regolarità? E con che frequenza?
L’esfoliazione è un trattamento fondamentale per il raggiungimento di un risultato estetico, se eseguita nei tempi giusti e nelle modalità corrette. La frequenza di esfoliazione dipende dal tipo di esfoliante e dalle caratteristiche della cute.

Gli esfolianti fisici possono essere utilizzati generalmente una volta a settimana mentre quelli chimici una volta ogni quindici giorni, preferibilmente dall’estetista, con un successivo mantenimento mensile. Prima di cimentarvi con qualsiasi trattamento vi consiglio di fare attenzione alla scelta dell’esfoliante, alla durata del trattamento, alla frequenza e alla modalità d’uso del prodotto.

Chiedere sempre agli esperti… e buona esfoliazione!

illustrazione di Cinzia Zenocchini per MUSA

ARTICOLI CORRELATI