Vuoi ricevere la nostra newsletter? Iscriviti

Tensioattivi

I tensioattivi sono sostanze che vantano un potere lavante e si trovano in tutti gli shampoo, i bagnoschiuma, i detersivi e i prodotti pensati – appunto – per lavare. Sono i responsabili della schiuma e hanno il compito di detergere a fondo.

Le molecole dei tensioattivi sono costituite da due parti: una si lega alle sostanze grasse (quindi allo sporco) e l’altra all’acqua (favorendo la detersione profonda attraverso il risciacquo).

Tensioattivi chimici
Nella maggior parte dei prodotti in commercio i tensioattivi sono di origine petrolchimica, in altre parole derivati dalla raffinazione del petrolio. È facile intuire i motivi per cui si tratta di sostanze con un elevato impatto sull’ambiente e molto irritanti per la pelle.

I tensioattivi chimici più aggressivi sono lo SLES (Sodium Lauryl Sulfate) e l’SLS (Sodium Laureth Sulfate). A lungo andare queste sostanze danneggiano il film idrolipidico e possono causare secchezza, disidratazione, arrossamenti e altri problemi fastidiosi come la forfora o addirittura allergie.

Tensioattivi vegetali
In commercio esistono valide alternative delicate e di origine vegetale. Tra queste, in particolare, tutti i derivati del cocco e dell’olio d’oliva (forse alcuni di questi nomi vi suoneranno familiari: Sodium Coco Sulfate, Coco Glucoside, Disodium Cocoyl Glutamate, ecc.). Oltre che gentili sulla pelle, i tensioattivi vegetali sono anche biodegradabili e hanno un bassissimo impatto sugli ecosistemi.

♥ A cura di MUSA