Oroscopo di dicembre e pillole di saggezza da «Astrologia quotidiana»: il nuovo libro di Francesca Coppola!

A dicembre la novità è rappresentata dalla congiunzione di Venere a Plutone per quasi tutto il mese – per la gioia delle terze decadi dei segni di Terra, inflessibilmente potenti. Ciliegina sul Capodanno l’ingresso di Giove nei Pesci. Esultano Toro, Cancro, Scorpione e Pesci.

La nostra astrologa Francesca Coppola ci racconta come finisce l’anno per tutti i segni, regalandoci una serie di pillole di saggezza dal suo bellissimo libro, Astrologia quotidiana, da ieri in libreria e in vendita anche nel nostro shop con quattro kit ad hoc per i segni d’aria, acqua, terra e fuoco.  

ARIETE
 (21 marzo-19 aprile)

L’inverno non è la tua stagione. A meno che tu non abbia in casa un camino in pietra funzionante, davanti al quale trasferirti 24 ore al giorno, a dicembre ti salva solo il Sagittario, rendendoti più decisa e meno preoccupata: prima con Mercurio – che da fine novembre si è fatto crescere la pony tail e giostra per il mondo fino al 13 – e poi anche con Marte, che entra a sua volta nel segno dell’arciere dal 14, garantendoti un Natale sfavillante.

A irrigidire i tuoi muscoli perfetti e la tua mente velocissima, però, ci sono Mercurio e Venere in Capricorno… il primo dal 14, il secondo tutto il mese. In verità con questa granitica dea, intransigente, dura e determinatissima, dovrai fare i conti fino ai primi di marzo, perciò ti consiglio la massima trasparenza e onestà sul piano dei sentimenti. Non è il tempo di raccontarti la favola della buonanotte dell’invincibilità e neanche quello di scendere in guerra. Semmai, ti consiglio di scendere a patti. E con la dama dell’inverno è bene anche non lasciarsi sorprendere con il collo scoperto: non per una sua inclinazione vampiresca, ma perché è un attimo che ti prendi un accidente. Insomma, tu fatti coccolare dai pianeti in Sagittario, senza chiedere troppo a te stessa in questo dicembre: se a volte arriva un refolo di vento gelido che cerca di spegnere la tua fiamma, proteggila e alimentala. Vietato, da ultimo, sentirti troppo sola: l’universo non saprebbe cosa fare senza le tue meravigliose «testate».

Una pillola per te dal mio libro Astrologia quotidiana: «Hai un approccio “mordi e dardeggia”, e non prediligi i sofismi e le complicazioni».

TORO
(21 aprile-20 maggio)

Gli sforzi compiuti per non soccombere all’aculeo con la A maiuscola, lo Scorpione novembrino – in stile ragno gigante di Louise Bourgeois – verranno ripagati. Ma al tuo alchimista di fiducia chiedi un antidoto a lento rilascio, perché Marte opposto in Scorpione incombe ancora fino al 14. A risarcirti, in parte è Venere, sempre trigona, e te la metto sotto l’albero di Natale insieme agli altri regali…

Perché questo bell’aspetto durerà fino ai primi di marzo. Tanto per cominciare sarai bellissima, una bellezza magari più affilata del solito, più austera, ma altrettanto ferma ed essenziale, per una femminilità priva di fronzoli. Dal 14 avrai anche Mercurio in trigono, sempre dal montuoso Capricorno, perciò farai l’albero con grande anticipo e niente sfuggirà al tuo controllo – nemmeno le finanze – che con tutti questi pianeti in Capricorno potrebbero essere incernierate per benino, o quantomeno passate al setaccio. Non tanto perché il tuo portafogli pianga, quanto perché sei naturalmente più portata a soppesare la tua giovialità (abbondanza) con il rigorismo di Saturno (privazione). Avrai anche il regalo di Capodanno, con Giove che uscirà finalmente dall’Aquario per passare nell’amichevole Pesci. Rispetto al mese scorso hai davvero di che festeggiare, soprattutto la terza decade, con il trigono potentissimo di Venere e Plutone congiunti: fuochi d’artificio sotto le lenzuola (ma anche sopra) con mise da urlo.

Una pillola per te dal mio libro Astrologia quotidiana: la tua è «una comunione vera, nutriente, con la potenza della natura».

GEMELLI
(21 maggio-20 giugno)

A dicembre ci sarà una partita doppia da giocare: quella con Mercurio nella prima metà del mese e quella con Marte nella seconda metà. Non avrai un grande break fra l’uno e l’altro match e vedi di non farti male come il nostro campione Berrettini. Si dà il caso che qui l’avversario, l’opposto Sagittario, abbia gambe eccezionalmente lunghe e veloci e ti guardi con quel fare disteso e rilassato di chi non ha nemmeno bisogno di capirle le tue mosse… 

… Le sa già, le sa e basta. Onde evitarti una crisi mercuriale da manuale, comincia con il fare quello che consigliano le maestre dello yoga: respira. Poi ci penserai. Anzi, goditi il trigono di Giove in Aquario, con qualche impresa azzardata, e il calendario dell’avvento con tutti i cioccolatini che preferisci. A Capodanno il pianeta passerà nei Pesci, e lì potresti dover ballare anche con le vesciche ai piedi. Detto ciò, Sagittario e frecce a parte – il tuo sogno inconfessato è rubare la sua faretra, metterla in una capsula spaziale e spedirla lontano –, non è poi così male questo Natale. Se segui i pianeti in Aquario farai senz’altro cene e party degli avanzi circondata da: amici, amanti travestiti da amici, mariti travestiti da piante, fidanzate multiple, tanto per dirla con Giove in Aquario, a cui dare in pasto un briciolo di trasgressione va sempre bene.

Una pillola per te dal mio libro Astrologia quotidiana: «Chi l’ha detto che a letto non si può ridere o giocare? Con te ci si diverte anche a far l’amore».

CANCRO
(21 giugno-22 luglio)

L’anno scorso, a dicembre, ti chiedevo di fare uno sforzo olimpionico per resistere all’ultimo colpo di coda dei pianeti in Capricorno. Quest’anno sei messa decisamente meglio: dalla doccia calda ti separano solo un paio di vasche da 25 fatte bene, con la giusta respirazione. Venere sempre opposta: non è vero che nessuno ti ama anche se potresti pensarlo con una ricorrenza ossessiva.

Nel caso ci fosse davvero qualche bruto o qualche arpia che non solo non ti ama ma ti ha fatto perdere la pazienza, sfrutta l’implacabile Marte in Scorpione, in trigono nella prima metà del mese, grazie a cui i nemici non ti vedono arrivare e hanno ben poche chance. Discorsi bellicosi a parte – mi piace farli con te proprio perché il tuo non è mai un atteggiamento gratuitamente aggressivo –, c’è un pacchetto natalizio stupendo. Giove entrerà nei Pesci e questo per te significa trigono magico: un booster per la tua parte percettiva, immaginativa e femminile che, tanto per cominciare, potrebbe regalarti un capodanno più sereno di quanto pensi. Perché un po’ pensierosa nella seconda metà del mese lo sarai senz’altro, con Mercurio che dal Capricorno ti ricorda di non togliere l’attenzione dal piano reale, concreto, e ti dà ripetizioni di logica fino alla nausea. Ancora un po’ ti manda dietro la lavagna per punizione e ti bacchetta le dita: ricordargli che è Natale potrebbe essere perfettamente inutile. Meglio fare i compiti scrupolosamente, e se proprio devi metterci del sentimento travestilo e fallo passare in sordina. Poi ci penserà Giove a riallargare la prospettiva, a buttarci dentro – stavolta a carte scoperte – un pezzetto di universo.

Una pillola per te dal mio libro Astrologia quotidiana: «Nessuno più di te ha tenuto l’enciclopedia dell’amore sotto il cuscino da quando aveva sei anni».

LEONE
(23 luglio-23 agosto)

La prima cosa che voglio dirti è: brava. Brava per aver superato la tragedia greca del mese scorso, che se ti avesse bussato al portale il Minotauro sarebbe stato tutto normale, ma altrettanto normale se ti fossi rifugiata oltre qualche portale magico. La seconda cosa che voglio dirti è: attenta, perché Marte sarà nella fabbrica di veleno dello Scorpione ancora fino al 13 e la vedo dura trasformarla in una fabbrica di cioccolato.

La terza cosa che voglio dirti è: a fine mese non avrai più Giove opposto e non ti sentirai più una regina travestita da microbo in un universo ostile, imprevedibile, fluttuante e che ti vuole fagocitare, appropriandosi della tua luce divina. Niente di tutto questo. Potrai tornare a sentirti una vera reggente, per quanto ancora messa in discussione da Saturno in Aquario, che dei tuoi statuti tenta di fare origami. La quarta cosa che voglio dirti è: hai degli alleati, ovvero Mercurio in Sagittario fino al 13 e Marte, sempre in Sagittario, dal 14. Funziona un po’ come l’incentivo per le automobili: ti incoraggia a essere fiduciosa, a poter esprimere la tua forza, a non dubitare troppo di te stessa, ma anche a dare una bella lucidata all’armatura, e fuori lo stemma. Per Natale è importante organizzare un bel banchetto e i pianeti in Sagittario ti aiutano a farlo nel tuo stile, con sfarzo, magnificenza e generosità. Sei mancata a tutti quanti, in questi mesi in cui hai dovuto oscurare la tua luce, nascondendoti nelle ali del castello più inaccessibili, ma anche sulle ali della fantasia. Durante le feste puoi tornare a essere te stessa.

Una pillola per te dal mio libro Astrologia quotidiana: «Sei la sconfitta dell’incertezza, l’affermazione piena del coraggio».

VERGINE
(24 agosto-22 settembre)

Dicembre quest’anno assomiglia al suo cugino del 2021: anche lì c’erano due pianeti urticanti nel Sagittario e questa è una ricorsività che apprezzi poco, nonostante il tuo amore per tutto ciò che riguarda il tempo e la sua misurazione. A darti filo da torcere, per il nervoso, ci sono Mercurio fino al 13 e Marte dal 14: un passaggio di testimone quasi regolato al millimetro – che anche in questo caso fatichi ad apprezzare.

Attenzione alle sviste e ai litigi: quando vai in escandescenza tu – e con Marte in Sagittario ti basta poco – lo fanno anche tutte le luminarie e i dispositivi elettronici di casa. In realtà sono partita dalla scarpa slacciata, quella che ti fa inciampare, ma Natale con te non è così punitivo: a controbilanciare l’effetto invasivo del Sagittario, arrivano Capricorno (Venere e Mercurio) e Scorpione, premurandosi di abbassarti il voltaggio e garantirti lo scarico a terra: non soccombi di fronte alla miriade di cose da fare, anzi con Venere in trigono risulti perfetta, senza sbavature, anche se sei in piedi dalle sei e hai mangiato una tartina; con Marte in Scorpione fino al 13 sei temile, non viene certo voglia di provocarti: hai lo sguardo inceneritore e anche già lo scopino e la paletta per raccogliere le ceneri. Nela seconda metà del mese, invece, se il Sagittario riesce a invadere il tuo territorio, ti fa un impiastro pazzesco tra i pacchetti, scambia i biglietti, rovina i fiocchi e ti tocca prenderti il biancospino al posto del prosecco per stare calma. Poco male in realtà: con tutta questa Terra che ti sostiene – non dimentichiamo Urano e Plutone –, puoi festeggiare, soprattutto la terza decade: quelli che pensavano di dirti di no, cambiano subito idea. E poi il giorno di Natale c’è la Luna in Vergine: cosa volere di più?

Una pillola per te dal mio libro Astrologia quotidiana: «Tu sei l’esattezza che vien voglia di pronunciare “come un’orazione con la lingua tra i denti”».

BILANCIA
(23 settembre-22 ottobre)

Brillano le lucine alla tua finestra, e sull’albero, ma tu sei impegnata a fronteggiare due pianeti in Capricorno: Mercurio dal 14 e Venere (qui rassegnati, perché fa una sosta fino a metà marzo). A smorzare l’eccesso di autocritica imperante e lo strizzacervelli assoldato da Mercurio – per esigere da te più precisione di quanta tu stessa normalmente non concepisca – arrivano i pianeti in Sagittario, in fresco sestile…

Con Mercurio nella prima parte del mese e Marte nella seconda. Una dose di buonumore, fiducia ed energia, che sotto Natale non guasta. Anche perché Venere in Capricorno te ne porta via parecchia, di energia: fisica, perché potresti sentirti un po’ tutta rotta, in particolare con le ossa scricchiolanti (della serie che quasi figureresti bene come zombie in un film horror) ed emotiva, con il cuore che assomiglia a una pozza gelata e i rospi che, invece di trasformarsi in principi, fanno scuola di pattinaggio sul ghiaccio. In questo quadro, capisci che un bel Marte in Sagittario ti prende e ti porta via, magari sulle piste da sci, o comunque rimette in circolo la tua voglia di andare, di esplorare, di muoverti. Lo stesso vale per il Mercurio in Sagittario: avrai più voglia di lanciarti in progetti e progettini, senza stare troppo a pensarci, di fare e d’inventare. Quando attorno a te c’è il Sagittario, una volta tanto puoi permetterti di trascurare la perfezione. E poi goditi il trigono di Giove in Aquario: è l’ultimo mese per correre con gioia sul filo della stravaganza.

Una pillola per te dal mio libro Astrologia quotidiana: «Sei la perfetta sintesi della grazia e della sofisticazione femminile».

SCORPIONE
(23 ottobre-21 novembre)

Anche se alla parola Natale abbini con maestria incomparabile il tuo sguardo più truce, Santa Klaus quest’anno ti mette un bel regalo sotto l’albero – se ce l’hai, altrimenti il cielo vedrà di mandarti un pony express: Giove esce dall’Aquario per entrare nei Pesci, da dove ti farà uno splendido trigono. Questo significa due mattoni dal sopracciglio destro e due dal sopracciglio sinistro in meno. Non mi spingo a dire che sorriderai…

… bada bene, anche perché Saturno, dall’Aquario, ancora non molla la presa e continua a tirarti frecciatine. Quella di Natale è: tu che sei sempre in guerra con qualcuno e per qualcosa, difendi mai i più deboli? Presti la tua forza a una causa universale, ideale, o ti limiti a lottare contro i tuoi demoni personali? Nel mese della slitta però stringi alleanze: Venere in Capricorno è una montagna da sfruttare a tuo piacimento: ti ci puoi anche nascondere dietro, se credi; e poi ci sarà Mercurio in Capricorno a sostenerti dal 14. Se proprio devi fare qualche composizione natalizia – ovviamente una natura morta –, ci metti una straordinaria accuratezza, facendola diventare perfetta, come quelle dipinte dai celebri maestri fiamminghi. Attenta solo a Marte congiunto ancora per tutta la prima metà del mese: se fai stragi prima di Natale e Capodanno, poi con chi li mangi i tortelli in brodo?

Una pillola per te dal mio libro Astrologia quotidiana: «Eccoti, croce e delizia dello zodiaco dalla mente superlativa».

SAGITTARIO
(22 novembre-21 dicembre)


Natale molto dinamico, forse troppo. Nel tuo mese, come è giusto, non hai niente contro – escluso l’ormai addomesticato Nettuno –, ma ti metto subito in guardia su una cosa, prima che tu possa partire con i tuoi stivali, sotto cui la ghiaia crepita, felice di essere schiacciata da un battistrada così grandioso: Marte si congiunge al tuo segno dal 14.

Perciò potresti innervosirti improvvisamente e dalle tue braci riuscire a mettere su uno spettacolo pirotecnico non richiesto. D’obbligo con questo aspetto contare fino a dieci prima di rispondere a una provocazione. Per il resto va tutto benissimo, Mercurio congiunto ti aiuta: sei entusiasta, trascinante, positiva, ottimista, come bisognerebbe essere durante le feste, grati per quello che abbiamo e non infelici per quello che ci manca. Tu lo sai bene, perché tra tutti i segni sei quella che il bicchiere lo vede quasi sempre mezzo pieno. In questo dai un esempio di positività anche a tutti quelli che ti circondano, che a dicembre riesci a sollecitare con premurosa energia. Saluta con lo stesso buonumore e benevolenza Giove che se ne va dall’Aquario, e che aveva contribuito a dare ai tuoi progetti una visione più ampia e progressista. Resterà Saturno a scortarti ancora dall’Aquario, e questo per te è un grande vantaggio: riesci a volare alto senza perdere il filo logico e sottovalutare i risvolti pratici.

Una pillola per te dal mio libro Astrologia quotidiana: «Ovunque tu sia, e tu puoi essere davvero ovunque, riverberi».

CAPRICORNO
(22 dicembre-19 gennaio)

Dicembre col botto… e non solo perché c’è di mezzo Capodanno. Non ci sono ostacoli e se il mese scorso, così marziale, eri concentratissima nel non perdere il punto e nell’eliminare «spiacevoli inconvenienti» di qualsiasi tipo, a dicembre – con l’arrivo del Sagittario, ma anche del tuo compleanno – sei più distesa. Mercurio congiunto nella seconda metà del mese: se ci fossero dei campionati di logica li vinceresti… 

E a Natale, di fronte a un gioco da tavolo, la tua strategia è senz’altro la migliore. Se poi per caso ami gli scacchi, è il momento di una sfida nel bel mezzo della cena degli avanzi con il tuo avversario migliore: lo stracci senza muovere un muscolo. Venere congiunta: la più bella e la più in forma anche con gli orrendi gadget natalizi: il cappello di Babbo Natale, il cerchietto con le corna della renna. Sei perfetta anche dopo dieci bicchieri di Montepulciano d’Abruzzo Valle Reale: anzi forse ancora più splendida e sensuale. Poi c’è proprio un fuoco d’artificio a te dedicato: alla fine dell’anno Giove entrerà nei Pesci per un sestile dolce, romantico, trasognato. Senza contare che questo al tuo umore fa benissimo, meglio di qualsiasi altra cosa. I Pesci stemperano la tua durezza nello stesso modo in cui l’olio di lino diluisce un colore. E se il tuo normalmente è il grigio, Giove potrebbe quantomeno accostargliene uno più brillante, come il verde, per regalarti una serenità rotonda – e non ho detto mielosa…

Una pillola per te dal mio libro Astrologia quotidiana: «La determinazione che ti contraddistingue è la stessa che ti è necessaria per arrivare sulla vetta».

AQUARIO
(20 gennaio-19 febbraio)

Dopo un anno di furore e stravaganze, amicizie nuove e ritrovate, chiacchiere fino alle ore piccole su progetti che sembravano impossibili – e che sono invece in fase di realizzazione – esperimenti, azzardi e provocazioni come piace a te, Giove ti lascia per bussare alla porta dei Pesci. Hai ancora tutto dicembre per salutarlo, per confidargli in segreto un tuo progetto allo stato embrionale, per danzargli davanti con addosso una vecchia vestaglia e una parrucca…

… E in mano un bicchiere di vino. Per il resto, il mese delle feste ti va di lusso con due pianeti in sestile dal Sagittario: Mercurio fino al 13 e Marte dal 14. Perfetto per dotarsi della giusta dose di energia, fiducia e buonumore. Non c’è niente di sbagliato o troppo utopico nella tua visione delle cose, anzi, Marte e Mercurio ti sostengono nell’attuare e portare avanti – anche con un briciolo di calore in più rispetto al tuo solito – quello che vuoi fare. Non è che con il Sagittario tu ti addolcisca, ma limi quei comportamenti evitanti di cui nemmeno ti accorgi, impegnata come sei a salvare il mondo. Con il Sagittario, la luce delle decorazioni natalizie la scegli calda, e ovviamente ti dedichi anima e corpo a organizzare cene e brunch per vedere tutti i tuoi amici. Non mi stupirebbe se festeggiassi con gli amici il 25 e con i parenti il 26. L’unica cosa a cui devi prestare attenzione è Marte quadrato in Scorpione nella prima metà del mese: non puoi sottovalutarlo, non ti fa lo sconto perché Natale è vicino, anzi, sarebbe capace di farti trovare il cioccolatino avvelenato nel calendario dell’avvento.

Una pillola per te dal mio libro Astrologia quotidiana (link al kit): «Dove si intravede libertà, lì arrivi tu».

PESCI
(20 febbraio-20 marzo)


Tra gli angioletti di Natale qualcuno che fa il monello c’è: Mercurio e Marte in Sagittario quadrati – rispettivamente nella prima metà del mese e nella seconda – ti accendono come fossi una stoppia senza permetterti veramente di ardere, senza regalarti alcun ardore. È un coraggio con il timer, che dopo cinque minuti diventa scoraggiato.

La cosa t’innervosisce, perché allora tanto valeva lasciarti in pace, con i tuoi universi da mettere in fila – dentro di te una parte ordinata, per quanto ti possa stupire, esiste. Nel mese di Babbo Natale non mancano però i regali: Marte ancora trigono in Scorpione nella prima parte del mese (fai scorta di pozioni, per quando ti serviranno); Mercurio sestile dal Capricorno dal 14 (organizzata, con un briciolo di inflessibilità che su di te si trasforma immediatamente in un’arma di seduzione); Venere sestile tutto il mese: romantica e razionale insieme, evasiva e pratica, indulgente e severa, ma senza passaggi bruschi, lasciando il tempo alla zolletta di zucchero di impregnarsi del gusto amaro e fortificante del caffè. In sostanza, non solo fai girare la testa a tutti, ma diventa quasi impossibile aggirarti – se non ti colpisce la freccia del Sagittario, perché lì potresti avere slanci di fiducia un po’ troppo incondizionati. Per una buona volta, chi ti circonda sarà obbligato a non dare niente per scontato, soprattutto con il trigono di Marte, se non vuole ritrovarsi a chiederti un fazzoletto per asciugare le lacrimucce (gioca facile, ne hai sempre una scorta da accumulatrice seriale). Candito sulla torta: Giove a Capodanno entra nel tuo segno. Sei felice.

Una pillola per te dal mio libro Astrologia quotidiana: «Sei sempre una sorpresa, tranne quando ti viene fatto un complimento: novanta su cento, arrossisci».

  • Illustrazioni di Azzurra Galatolo

ARTICOLI CORRELATI