Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on whatsapp

Oroscopo di aprile: un mese oceanico con Giove nei Pesci, poetesse e poesie

Ultimo giro di giostra per Giove nei Pesci, prima dell’ingresso in Ariete. È un mese oceanico, con tanti pianeti – sempre in Pesci – che baciano i segni d’acqua, ma anche i più fortunati Capricorno e Toro. Tutti gli altri… sono in coda al botteghino.

Con questo oroscopo di aprile, insieme alle consuete previsioni astrali, vi lasciamo in buona compagnia. Di questi tempi, abbiamo pensato, c’è tanto bisogno di un po’ di poesia. Buona lettura!

ARIETE (21 marzo-19 aprile): hai Mercurio in congiunzione i primi dieci giorni del mese, e questo per te significa avere idee salvifiche, fulminee; essere in pista h24 senza stancarti… o meglio, crollando improvvisamente – da un minuto all’altro – ma solo dopo una giornata piena e soddisfacente. Anche Marte nella prima parte sarà dalla tua, potenziando il tuo spirito pratico, con possibili aggiunte di: rigore da un lato, trasformismo dall’altro, bisogno di sentirti parte di un gruppo da un lato e necessità di isolarti dall’altro. Le suggestioni che ti arrivano dall’Aquario sono molteplici e non unidirezionali, spezzando la tua tendenza monolitica con estro, senza ferirti mai.
Preparati a: festeggiare l’ingresso di Giove nel tuo segno, a partire dall’11 maggio. Se sei della prima decade, stila la lista dei desideri. Puoi scegliere la temperatura del suo abbraccio, tiepido… caldo… focoso.

TORO (20 aprile-20 maggio): in aprile romanticherie primaverili, offerte su un bellissimo vassoio di Fornasetti dai pianeti in Pesci, che allacciano una danza armoniosa con te e con i pianeti che stazionano nel tuo segno: Urano e Mercurio (nella seconda metà del mese). Accorta ma trasognata, pratica ma spensierata, ritmica e cullata, decisa ma innamorata, vorace ma pacifica. Solo l’Aquario ti guarda storto, mette alla prova tutta la gamma dei tuoi rossi, per vedere quanto c’impieghi a perdere la pazienza. Esercizi zen d’obbligo per la terza decade.
Goditi: l’ultimo mese di Giove nei Pesci. Esprimi un desiderio e lasciati trasportare dal tuo lato lunare, sensibile e intuitivo, perché diventi la tua voce-guida.

GEMELLI (21 maggio-20 giugno) Meno bene del mese scorso, con il tripudio trasgressivo portato dall’Aquario. Aprile langue, piange, si fa stucchevolmente romantico. Rallenta, con un turbinio di emozioni, la tua curiosità, mettendoti pesi ai polsi. Ahimè, è il tempo di ascoltare i tumulti del cuore e non solo gli irrefrenabili slanci della tua mente ballerina. Sarebbe anche una bella esperienza, se tu ogni volta non guardassi alla cosa come a un’equazione insolvibile. Il premio Nobel per la Fisica Giorgio Parisi, scrive che in fisica si usano le metafore «in situazioni di crisi». Ad aprile fai ricorso alle metafore.
Goditi
due aspetti: la fine di Giove nei Pesci – è l’ultimo mese che ti strazia con desideri e slanci poi necessariamente da ridimensionare – e le prime due settimane con Marte ancora in Aquario, grazie a cui puoi senz’altro dare fondo al tuo bisogno di porre domande, trovare risposte e sentirti leggera.

CANCRO (21 giugno-22 luglio): splendidi i trigoni dai Pesci che ti regalano un mese emotivo, emozionante, quasi voluttuoso. Stile sirena, con lo scoglio dove cantare melodie d’amore, rappresentato da Urano in Toro: tuo porto e ancoraggio sicuro. Se sei della seconda decade ti ci puoi aggrappare – qualora i sentimenti fossero talmente profondi da far paura – buttartici sopra per una tintarella anticipata, oppure giocarci a nascondino, e impilarvi sopra i tuoi tesoretti del mese. Ti calza bene anche l’aprile dolce dormire…
Goditi: l’ultimo mese di Giove trigono in Pesci per lanciare il cuore oltre l’ostacolo e vedertelo tornare indietro ricco di doni. Amplifica le tue percezioni, sensazioni, ma anche il tuo affetto finché puoi. Addirittura – se su di te non incombe Plutone – puoi abbandonarti a piccoli momenti estatici.

LEONE (23 luglio-23 agosto): siamo sulla lunghezza d’onda dell’in medio stat virtus questo mese, nel senso che ancora non puoi sgomitare e strillare la tua gioia, non puoi avvalerti della tua sana prepotenza per farti largo tra la folla e sederti al posto d’onore, perché rischi che la folla ti stritoli o che la sedia sia stata riservata a qualcun altro. Detto ciò, però, i pianeti in Pesci aiutano a confondere le acque; non le tue, ma quelle degli avversari, che vengono colti da improvvisi attacchi di mania o da innamoramenti. Tu guardati lo spettacolo in una posizione protetta. Il prossimo mese arriva Giove trigono dall’Ariete: ruggiti a tutto spiano…
Attenta: alle prime due settimane, quando avrai ancora l’opposizione di Marte dall’Aquario. Lì una strategia è d’obbligo, se non vuoi incorrere in rivolte, sparizioni, inganni. Tieni salda la barra del timone e guardati in giro con molta circospezione.

VERGINE (24 agosto-22 settembre): questo mese un po’ di fatica la fai, perché Venere, Marte, Giove e Nettuno ti si oppongono dai Pesci. Grande confusione nel tuo ordine millimetrico, qualche piccola nevrosi che potrebbe lasciarsi prendere la mano – anche se, in aprile, ti suggerirei di farti prendere per mano da qualcuno di estremamente posato. Possibile cuore in subbuglio – va capito bene per cosa, perché potresti essere in preda all’emotività allo stato puro, senza riuscire a ricondurre questo tormento a qualcosa o qualcuno di tridimensionale. Calm down, se sei della seconda decade puoi aggrapparti a Urano in Toro come se fosse la cosa più sicura a questo mondo.
In tuo soccorso: arriva anche Mercurio in Toro! Nella seconda metà del mese. Con lui la messa a terra è garantita, e riesci anche a rallentare il ritmo, a non fare come se fossi un octopus, con la pretesa di svolgere trecento mansioni al minuto per non sentire quella cosa nel petto chiamata cuore… che chi la conosce poi?

BILANCIA (23 settembre-22 ottobre): aprile a scorrimento rapido, con il trigono di Marte ancora per tutta la prima parte del mese: grazie all’Aquario osi di più, se devi mostrarti dura lo fai, ma con un’elasticità diversa che ti proietta già verso la soluzione e senza ancorarti solo al principio. Intransigente sì, ma se c’è una soluzione ad ampio respiro capace di mitigare l’elemento punitivo e gli aspetti di rinuncia è meglio. Ti fa bene quindi l’aspetto più genuinamente uraniano dell’Aquario, quello che ti consente di cogliere un’opportunità al volo senza soppesare eccessivamente pro e contro, di stare più dentro al centro energetico delle cose, dimenticando per una volta la sublimazione astratta.
Gentle reminder: la prima decade faccia scorpacciate di piacevolezza, svago, deliqui amorosi, svenevolezze artistiche, perché poi arriva Giove in Ariete opposto, e lì niente festa.

SCORPIONE (23 ottobre-21 novembre): trigoni incredibili da Mercurio, Venere e Marte, per un mese assolutamente acquatico e rigenerante. Un aprile di connessione profonda con le tue emozioni, con le tue intuizioni, persino con i tuoi sogni. Il potere lunare dei Pesci si riverbera benefico sulla tua mente, illuminandola con screziature cangianti. Il tuo centro pulsionale, insomma, va a braccetto con quello emotivo. Di braccare nemici e prigionieri proprio non ne hai alcuna voglia. Meglio una canzone romantica, di quelle rock però.
Attenta a due cose: nei primi quindici giorni del mese, a Marte in Aquario in quadratura – nervi a fior di pelle, sotterfugi più o meno immaginari, nemici invisibili e battibecchi –; nella seconda metà Mercurio opposto in Toro – possibili giornate più rallentate, che tu vivi come estremamente noiose.

SAGITTARIO (22 novembre-21 dicembre): non un mese brillantissimo, con i Pesci che ti fanno finire nei loro mulinelli emotivi. Al tuo movimento orizzontale, ampio, spazioso, i Pesci oppongono un movimento acquatico, del sentire, dove spesso e volentieri ti perdi, come fossi in un paesaggio islandese punteggiato da geyser, tra elfi, fate e i quattro Landvættir – le creature che abitavano l’isola prima dell’arrivo dei coloni. In questo mondo lisergico, anche la tua freccia appare quasi stregata. Ad aprile abbraccerei la celebre frase di Calderón de la Barca, la vida es sueno, per conformarti meglio a questo incantamento pescino.
Approfitta:
dei primi quindici giorni del mese, quando avrai ancora il sestile di Marte in Aquario, per portare a termine le tue attività al meglio. Con spirito d’iniziativa, concentrazione, senso pratico, originalità, lungimiranza e – come ovvio nel tuo caso – energia.

CAPRICORNO (22 dicembre-19 gennaio): bellissimo mese grazie ai sestili dei pianeti in Pesci, che ti fanno ritrovare un po’ di poesia, una dolcezza inaspettata. Nei tuoi solidi e ben definiti progetti s’insinua un piccolo sogno, ali candide d’angelo che sfiorano con delicatezza il tuo cuore, un briciolo di magia. Niente di troppo nostalgico, o di poco vissuto: ti butti pienamente in questa sinfonia acquatica, con qualche nota mistica, ma soprattutto alla riscoperta dell’amore. A un contatto con una dimensione meno geometrica, meno calcata della vita, la tua impronta non è quella di uno stivale militare, bensì di una slingback di Chanel.
Bene anche: il trigono di Mercurio in Toro nella seconda metà del mese, che ti consente di procedere con calma, soppesando i progetti e verificando concretamente i risvolti pratici, economici e finanziari delle tue attività.

AQUARIO (20 gennaio-19 febbraio): Marte in congiunzione ancora fino a metà mese: elettrica e insofferente oppure più determinata del solito a portare avanti le tue battaglie, soprattutto se si tratta di quelle umanitarie – e allo stato attuale, peraltro, ce n’è un gran bisogno. Per il resto, a darti il disturbo sarà un po’ Mercurio in Toro che, con il suo passo placido, ben disteso, e la sua voracità dei sensi, ti distrae da quello che è il tuo obiettivo per antonomasia: l’inventio. Mercurio in Toro riflette ma non inventa, ti costringe a soppesare, a fare a valutazione quasi carnale di tutta la tua gamma di esperienze. Ti obbliga ad accorciare la distanza e a verificare, peraltro in tutta sicurezza. È già qualcosa. Alla peggio, puoi usare i guanti per creare un filtro tra te e la realtà.
La buona notizia è: che nel mese di maggio Giove entrerà nell’Ariete e porterà in alto la prima decade, facendola splendere di una luce primaverile nuova, inedita e soprattutto… caliente.

PESCI (20 febbraio-20 marzo): un mese splendido per te, tra congiunzioni e il sestile di Mercurio in Toro. Stabile nelle tue immersioni. Come fossi accompagnata nella risalita da Alessia Zecchini, campionessa dell’apnea, il buio degli abissi stavolta non ti fa paura. Lo esplori – Marte in congiunzione potrebbe farti venire anche qualche sano moto di rabbia, quello grazie a cui per una volta ti ribelli – e poi torni in superficie, portandoti dietro quel mondo sommerso, il grande silenzio delle profondità, dove ritrovi pace e incanto.

Approfitta di: Mercurio in Toro per fare con calma (ma senza perderti) le tue cose, godendoti la pienezza delle giornate, quella che ti deriva dal fatto di essere riuscita a spuntare senza troppe ansie tutte le caselle delle attività quotidiane

ARTICOLI CORRELATI