Oroscopo 2022: previsioni e consigli per cominciare l’anno con il piede giusto

Le novità planetarie salienti del 2022 sono: Giove che transita tra i Pesci e i primi gradi dell’Ariete, Marte che indugerà a lungo in Gemelli (dal 21 di agosto alla fine dell’anno) e Saturno ancora in Aquario. E se i pianeti lenti – Plutone, Nettuno e Urano – sostengono i segni di Terra e Acqua, Marte in Gemelli e Giove in Ariete danno invece una mano ad Aria e Fuoco. Nessun vincitore indiscusso…
ma se ci dev’essere una medaglia d’oro stavolta è dell’Ariete: che sta al primo posto, proprio come piace a lui.

ARIETE
 (21 marzo-19 aprile)

La battaglia l’hai fatta gli anni scorsi e adesso la vittoria ti arride: generosa, piena, senza macchia. Attenta, però, fino ai primi di marzo, alla Venere quadrata in Capricorno e al suo gelido refolo. Sei in cima alla classifica, in cima alla vetta senza bombola d’ossigeno come Messner, perché il 2022 ti mette gli sci ai piedi, le ali alle scapole, i palloncini ai polsi.

Eccoti qui gli appoggi su cui potrai contare e i pianeti con cui potrai amabilmente chiacchierare nel corso dell’anno: Saturno dall’Aquario ti sostiene, ti rende dinamica (ma anche meno ancorata a una visione individuale) e più propensa a innovare con originalità e creatività. Giove nel tuo segno dall’11 maggio a fine ottobre è benefico per la prima decade, che guarderà con meno sospetto tutto ciò che la circonda, con i brillantini negli occhi e le fossette (vere o immaginarie che siano). Infine, il tuo fuoco verrà alimentato da quello sbarazzino di Marte in Gemelli, che potenzierà la tua curiosità, la tua voglia di abbandonarti a conquiste fugaci, ad ardori giovanili, a performance – di qualsiasi natura – che non pensavi di essere più in grado di sostenere. Questa volta davvero alla ruota dello zodiaco imprimi una simmetria rotazionale esemplare, senza rischiare d’incendiare il praticello dell’attiguo Toro. Sotto l’occhio vigile di Saturno il tuo fuoco è quasi… composto.
Nella caverna con Plutone in Capricorno: resta lui il vero nemico di quest’anno, ma solo se sei nata tra il 16 e il 19 aprile. Necessario non sopravvalutarsi in termini energetici, affrontare le paure – soprattutto quelle legate alla sconfitta e agli insuccessi – e portare alla luce della coscienza le pulsioni segrete.
Al party con Marte in Gemelli:
è lui su cui potrai contare quando andrai a spasso e nelle occasioni sociali. Strabilierai tutti con la tua prontezza, simpatia e freschezza, oltre che con una forza mentale e fisica invidiabile.

TORO
(21 aprile-20 maggio)

Rispetto all’anno scorso, non hai più Giove contro. Lasci appesi i crucci sulle grucce e torni a sorridere al nuovo anno, soprattutto nella prima parte, con Giove sestile dai Pesci: abbracci la sua rotonda, benevolente ed emotiva visione per un ingresso nel 2022 più morbido, anzi languido… per dirla con una parola a te cara.

Certo, Saturno resta in Aquario, con seconda e terza decade costrette a confinare gli slanci di spontaneità ai giorni festivi, un po’ strette tra doveri, rinunce e l’imperativo di anticipare, prevedere e dare una visione più ampia a progetti e iniziative. Se Saturno è un monito costante, Urano in congiunzione per la seconda decade ti sollecita ad andare avanti, a cambiare, a dedicarti anima e corpo a quello che hai in mente, a volte anche a dare un taglio a situazioni che ormai assomigliano a maschere abbandonate su un palco. Plutone ti scorta se sei nata dopo il 15 maggio, avvolgendoti in un mantello protettivo d’acciaio, che quando passi per strada… altro che Richard Ashcroft nel video di Bitter Sweet Symphony (gen X e millenials all’ascolto ne abbiamo?) in cui camminando prendeva tutti a spallate: tu procedi, gli altri si spostano da soli. Tutti i pianeti lenti ti sostengono e gonfiano la tua vela, tu vai piano ma vai sano e vai lontano, staccando tutti gli altri. Se poi fai anche un’opera di bene, potrebbe darsi che Saturno non ti ingolfi il motore.
In cucina con Giove in Pesci: tu che sei la cuoca provetta della ruota zodiacale approfitta di questo sestile di Giove per sperimentare e gustare nuovi piatti. La cucina di Giove in Pesci potrebbe spaziare dalla zuppa preferita da san Francesco (sarà pur esistita!) al guao bao taiwanese.
D’amore e d’accordo con Venere in Capricorno: grazie a questo trigono potresti dare una veste concreta a qualcosa che ti fa stare bene, che ti dà sicurezza, solidità, a cui senti che puoi appoggiarti. Anche il lavoro ti dà soddisfazione e potrai dedicartici con più passione.

GEMELLI
(21 maggio-20 giugno)

Se fosse un set, facciamo di pallavolo per cambiare un po’, ti direi che non parti benissimo, ma che poi vai recuperando – anche se potrebbe essere difficile dosare le forze, con il rischio di disperderle e chiudere la partita esausta. Tradotto: incipit annacquato con Giove in Pesci, che ti getta in pasto alle emozioni.

Con conseguente cortocircuito garantito, perché abituata come sei a gestire tutto per via mercuriale, dai a tua volta le suddette emozioni in pasto al cervello, a quel punto legittimamente in crash. Dopo questo primo set, in cui tieni poco sotto controllo la situazione, da metà maggio e fino a fine ottobre Giove entra in Ariete e – se sei della prima decade – ti fa risplendere tutte le perline del vestito. Sarai contenta, radiosa, spensierata e, soprattutto, vincente. Seconda e terza decade tornano a galla e vanno a comprare il salvagente per non farsi trovare impreparate al secondo passaggio di Giove in Pesci, alla fine dell’anno. Ma poi arriva anche Marte, nel tuo segno dal 21 agosto alla fine dell’anno. Avere Marte congiunto significa innanzitutto non averlo contro, e questa è già una gran cosa. Ma se nessuno è contro di te allora il problema qual è? Che potresti essere tu contro te stessa: non stancarti troppo, non strafare, non correre come una forsennata, non trasformare i tuoi nervi in cavi sfilacciati. Se dosi bene l’energia del Marte congiunto, potresti semplicemente avere più carica per fare quello che ti interessa.
Illusioni perdute con Nettuno in Pesci: Se non hai letto l’omonimo romanzo di Balzac, ti consiglio di vedere il film di Xavier Giannoli con il sorprendente Benjamin Voisin, perché l’effetto di questo struggente Nettuno – che quest’anno interesserà le nate tra l’11 e il 18 – potrebbe proprio essere quello del rimpianto e della nostalgia.
Diventare grandi con Saturno in Aquario: ancora trigono dal grande vecchio dello zodiaco, quest’anno tra gli 11 e i 25 gradi. È un periodo di scelte importanti, di autocritiche positive, quelle che servono a migliorare e a portare risultati. Al bisogno, sai essere più autorevole, più sicura e seria, ma la posizione del pianeta in Aquario ti rende anche innovativa e progressista.

CANCRO
(21 giugno-22 luglio)

Il 2022 parte con l’ingresso di Giove in Pesci, ma anche con la glaciale Venere in Capricorno, che prova a toglierti tutti i cuscini da sotto la sedia (fino ai primi di marzo). Giove, come un putto di Rosso Fiorentino, te li sprimaccia e risistema, facendoti dimenticare gli spigoli vivi, resi ancora più vivi dall’inverno.

Lo ringrazi facendone subito il tuo alleato d’elezione, insieme al trigono di Nettuno (per le nate tra il 13 e il 18) che ti aiuta a tingere la vita con i colori del sogno, a proiettarti in un oltre che è magia, dove l’acqua e le emozioni sciolgono angosce e non illudono, ma danno fiducia. Nel mare a un certo punto, però, si scarica un fulmine: è Giove che entra in Ariete a maggio, mettendo sotto pressione la prima decade fino alla fine di ottobre: punte di irrazionalità, impulsi mal governati, paranoie che spuntano come funghi dopo una giornata di pioggia sono le possibili conseguenze di questo transito. Ariete e Cancro sono due segni che lasciano fuori dal loro territorio le punte temperate alla perfezione delle Blackwing, che non prevedono un approccio logico. Attenzione quindi con un transito come questo a non seguire troppo i battiti del cuore o gli slanci ardimentosi. La bella notizia è che, sul versante Marte, dal 21 agosto alla fine dell’anno puoi stare tranquilla: il pianeta rosso sarà tuo vicino di casa nei Gemelli ed è del tutto innocuo… Ti assicuro che avere un autunno e un inverno senza Marte storto è una gran cosa.
Ai ferri corti con Plutone in Capricorno: resta questo scoglio, o meglio questo faraglione. L’Old Man of Hoy si staglia minaccioso, con il vento che sibila nei suoi anfratti, solo se sei nata dal 18 al 21. Attenta alle trappole dell’inconscio, alle paure ancestrali, a quei desideri profondi che hai sempre ricacciato giù. Potrebbero tornare a galla.
A un pranzo di lavoro con Urano in Toro: il sestile del Toro dà una grande sicurezza alla seconda decade. Sei a tuo agio in ufficio, nel prendere decisioni, nell’affrontare con successo e senza fretta le piccole incombenza di tutti i giorni. Urano ti aiuta a restare con i piedi per terra.

LEONE
(23 luglio-23 agosto)

Rispetto al 2021 non c’è paragone. Puoi spalancare la bifora del tuo castello, lasciare entrare un benefico raggio di sole, canticchiare danzando, impomatarti la criniera, indire subito una festa. Bridgerton style insomma (se ti piace l’idea): tolto Saturno in Aquario e Urano in Toro (te ne parlo nel box per non guastarti la meritata spolverata di gioia), puoi permetterti finalmente il lusso di storcere il naso…

… come ogni regina che si rispetti e far scintillare il tuo oro. Via la patina di stanchezza per tutto il 2022, soprattutto a partire dall’11 maggio, quando Giove entrerà in Ariete e formerà uno splendido trigono (solo per la prima decade però), e ancor di più con l’ingresso in agosto di Marte in Gemelli in frizzantino sestile. Non avere Marte contro per sei mesi è una notizia da diffondere per tutto il regno, incaricando un araldo. Questo aspetto ti aiuta ad alleggerire, a prendere la vita con brio, a divertirti, a farti incuriosire, a intessere nuovi legami, nuove relazioni. Apertura e leggerezza le parole chiave. L’oro massiccio lascia il posto alla foglia d’oro: più leggera, delicata, adatta a illuminarti il capo, come se fossi un’icona bizantina. La tua potenza è meno greve, ai gesti ieratici subentrano pose più disinvolte, movenze giovani, movimenti dinamici, momenti ludici, gioiosamente dispersivi. La tua foglia d’oro è punzonata di sorrisi. Goditi un po’ di freschezza!
Nel giardino d’inverno con Saturno in Aquario: la sensazione potrebbe essere quella di venire catapultata nella stagione opposta alla tua. Freddo, niente che non richieda un risparmio energetico, un qualche sacrificio e un esame critico. L’opposizione di Saturno continua (soprattutto se sei nata tra l’11 e il 17 agosto): i conti vanno fatti personalmente, nessuna delega concessa, nemmeno se la regina ha la gotta.
Nei possedimenti reali con Urano in Toro: Il raccolto delle tue terre con Urano in Toro quadrato potrebbe non essere all’altezza delle tue aspettative. Possibili grandinate, cavallette, agricoltori che vedono rosso, ostacoli al naturale succedersi del giorno e della notte. Vita pratica che si inceppa di continuo, come se fosse una macchinina telecomandata da un bambino inesperto. Non c’è che da portare pazienza – come scriveva Marc’Aurelio: Patientia est quae omnia vincit adversae – la pazienza vince ogni avversità.

VERGINE
(24 agosto-22 settembre)

Se sei in montagna a trascorrere le vacanze natalizie, fai una scorta di tisane rilassanti per l’anno nuovo. Posto che Urano e Plutone sono sempre dalla tua, sollevandoti dal dover fare rivoluzioni in cui non credi o per le quali non sei sufficientemente preparata – e permettendoti di procedere senza troppi scossoni nella tua solerte attività quotidiana –, qualche ostacolo c’è.

Le tue giornate potranno essere attraversate da correnti ascensionali, discensionali e «gravitazionali», come direbbe Battiato. Dovrai cominciare tu stessa ad avere cura di te, perché con Giove opposto in Pesci (fino ai primi di maggio e di nuovo alla fine dell’anno, ma qui solo per terza decade) e Marte quadrato nei Gemelli (dal 21 agosto fino a fine dicembre) è del tutto probabile che prima arrivi una tempesta emotiva e poi siano i nervi a doversi esercitare in una prova di resistenza. Giove, dopo averti tentata con gli occhi languidi da far impazzire anche la meno ricettiva del creato, instillandoti il desiderio folle di romanticherie – della tua personale versione del Bacio di Hayez! – si sottrae, come il migliore dei malandrini. Fino ai primi di marzo sarai però in compagnia della Venere in Capricorno che, pur amica, punta tutto sul lavoro e sul risvolto pratico, materiale, tangibile del tuo benessere. Poi toccherà a Marte in Gemelli farti correre sul filo dei tuoi stessi nervi, con dispettucci demenziali, malelingue che si scatenano come una muta di cani in una battuta di caccia, e un lavorio del cervello estenuante. Non iniziare a pensarci già adesso, però. Questo è l’anno in cui è bene stare sul momento presente, vivendo al meglio la quotidianità, aggiungendovi anche qualche pratica di meditazione.
Nella stanza dei comandi con Plutone in Capricorno: se sei nata tra il 18 e il 22, il trigono di Plutone ti aiuta e ti sostiene in modo incredibile. Sei pressoché instancabile e se vuoi una cosa la ottieni. Lavoro premiato, fascino indiscusso e cambiamenti in meglio per la tua vita. Il giusto contrappeso alla tua lodevole umiltà.
Nella vita di tutti i giorni con Urano in Toro: altro trigono (seconda decade) che ti regala risultati dal punto di vista materiale, facilità nell’organizzare, nell’attivare, nell’imprimere, nel confezionare, nell’ottenere, nell’accumulare. Se vuoi cambiare qualche aspetto pratico della tua vita, puoi farlo senza passaggi bruschi.

BILANCIA
(23 settembre-22 ottobre)

Considerando che Giove ostacola solo la prima decade, che con Plutone ormai siamo agli sgoccioli (ancora vessate le nate tra il 18 e il 22), il 2022 non va affatto male. Marte farà una sosta nei Gemelli dal 21 agosto alla fine di dicembre, regalandoti un trigono insperato, che non avevi da anni. C’è poi Saturno, in trigono dall’Aquario, a renderti più sicura (seconda e terza decade), più determinata, più creativa…

… meno dubbiosa e anche meno rigida. L’Aquario può essere freddo, ma non è mai troppo ieratico… non è come te – che faresti la gioia di ogni pittore! – con quella capacità tutta astratta di fissarti in una posa e restare così per ore, immobile, quasi senza «sentire» niente. Saturno in Aquario ti dà autorevolezza ma anche dinamismo, ti rende capace di passare allo step successivo, al progetto successivo, senza vagliare mille dubbi nelle ore insonni, ma con più spensieratezza. La seconda metà dell’anno, grazie a Marte in Gemelli, è decisamente dinamica e comunicativa, con le zavorre che si annegano per i fatti loro, perché tu ti tieni bel salda questa leggerezza così mercuriale, giovanile, fresca, leggermente provocatoria. Con un briciolo di gusto per il pericolo in più, nel 2022 potresti quasi: divertirti, osare dei look diversi, seguire percorsi inediti, fare incontri importanti ma bizzarri, essere un po’ meno legalista, pur continuando a rispettare e a fare le regole. Puoi innovare senza doverti fermare a ricontrollare che sia tutto perfetto ogni tre secondi.
Nella cella frigorifera con Venere in Capricorno: fino ai primi di marzo ti tocca metterti uno strato triplo di maglioni, battere i denti, e fare un abbonamento dall’osteopata. Se poi ha un rimedio anche per le lacrime che ti si sono trasformate in stalattiti meglio. Venere in Capricorno è un’eco sgradita e rinforzata della tua parte meno emotiva. Di buono c’è che dura poco.
Gli ustionanti spiriti di Giove in Ariete: arriva e si mangia la prima decade come fosse un bignè, con i piedi sul tavolo e senza farsi troppe domande. Giove in Ariete per la Bilancia equivale a essere obbligati ad assistere a uno spettacolo di cattivo gusto tutti i giorni. Fin rozzo. Prima decade al massimo grado di sdegno. La foga di Giove in Ariete disturba il suo bisogno di armonia e di purezza. Ma a volte la spontaneità – trivialità escluse – paga.

SCORPIONE
(23 ottobre-21 novembre)

Prima parte dell’anno più che buona con Giove in Pesci (fino al 10 maggio) e Venere in Capricorno (fino ai primi di marzo): il giusto mix per renderti morbida e autorevole, per alternare con intelligenza ricettività e azione, espansione fiduciosa e lavoro rigoroso, contatto con l’infinito e aderenza alla vita pratica. Giove dai Pesci ti avvolge in una specie di magia…

… ma Venere ti impedisce di essere del tutto rapita, di perdere il contatto con la realtà. Attenta solo a marzo perché tre saranno i pianeti in Aquario quadrati: Venere, Marte e Saturno (in questo caso vai di bunker). Poi avrai sei mesi di cielo sgombro, bellicamente e tatticamente parlando. La sosta di Marte nei Gemelli ti lascia libera di portare avanti le tue battaglie e sfide personali, senza dover fronteggiare nemici visibili o invisibili. Traditori non ce ne sono. Solo il passo di Urano ti disturba, quell’incedere calmo ma implacabile e compatto, con cui consuma i gradi della ruota zodiacale (quest’anno frana sulla seconda decade), togliendoti terreno da sotto i piedi come fosse un tappeto. E allora come fai a scavalcare le transenne se queste ultime non possono appoggiarsi su niente e sono costrette a levitare? Bel dilemma mercuriale… Ti tocca esplorare per bene i quattro angoli del tuo non-territorio, perché tu non appartieni a nessun luogo, se non quello della tua mente. Ti tocca giocare d’astuzia e trasformarti in un Toro: placido, sereno, posato, metodico, filosofico nell’approccio alla quotidianità e soprattutto… edonista. Se ci sono opportunità per stare bene, quindi, non rimandarle, gustandoti l’attesa e dosando il piacere come faresti di solito. Carpe diem d’obbligo con Urano opposto.
Sulle ali dell’immaginazione con Nettuno in Pesci: il pianeta della mente, degli spazi sconfinati e dell’immaginazione ti è amico e quest’anno ti garantirà un appoggio favoloso – o se vuoi evasivo – per le nate tra il 14 e il 18 novembre. Come scrive la poetessa Chandra Candiani, questo per te potrebbe essere un buon momento per «esercitarsi a non sapere e a meravigliarsi».
Schermaglie con Saturno in Aquario: ti tocca farci i conti ancora anche quest’anno (seconda e terza decade). Esame e autocritica scrupolosa, per abbandonare ciò che non ti serve più e anche per svecchiare, liberandoti di sovrastrutture che, invece di agevolarti, ti ostacolano.

SAGITTARIO
(22 novembre-21 dicembre)

Da maggio a fine ottobre, se sei della prima decade, hai Giove in trigono dall’Ariete. Questa è una grandiosa notizia, calcolando che nel 2022 il cielo ti mette un po’ alla prova. Di energie ne hai sempre tante, sei riuscita ad adattarti nel tempo del «confinamento», parola che per te equivale a un film horror guardato in prima fila: intollerabile.

Giove nei Pesci ti dà del filo da torcere fino a maggio e di nuovo a novembre e dicembre, ma la notizia peggiore forse è Marte opposto nei Gemelli dal 21 agosto. Nella seconda metà dell’anno dovrai tenere bene a mente gli esercizi che hai già fatto per ridurre il raggio della tua circonferenza e gioire anche per via mercuriale, cioè accontentandoti di movimenti piccoli, scattanti, forse un po’ dispersivi. Nel 2022 dovresti farti un poster da appendere in camera con il motto latino: Parvula despiciens conquirit maxima nunquam (disprezzando le piccole cose, non si conquistano quelle grandi). Quest’anno l’esercizio che devi fare è proprio quello: capire bene il valore nascosto di ciò che è piccolo, che tenderesti a tralasciare in uno dei tuoi slanci propositivi, positivi, generosi, oceanici. È un po’ come se dovessi mettere i tuoi progetti nella casa delle bambole. Il desiderio di allargare ed espandere Giove prima te lo instilla, sventolandotelo davanti, e poi come un illusionista maligno lo allontana da te, lasciandoti a mani vuote. Nervi e timone da tenere bene saldi, dunque. Del resto, si sa che nelle grandi avventure qualche imprevisto c’è. Considera il 2022 come un ostacolo transitorio in vista di qualcosa di molto più grande.
Il grande alleato, Saturno in Aquario: è quello che ti terrà in piedi durante tutto l’anno, facendoti superare i nervosismi dovuti a Marte e le illusioni dovute a Nettuno e Giove nei Pesci. Grazie a Saturno resterai determinata e razionale. Non solo, sarà a lui che chiederai consiglio nei momenti difficili. Ti aiuterà nel processo di trasformazione alchemica.
Marzo mese vincente con i pianeti in Aquario: è uno dei mesi migliori, con Venere, Marte e Saturno nel segno più irriverente che c’è. Fatti contagiare dalla sua inventiva e dal suo dinamismo. Ti farà bene.

CAPRICORNO
(22 dicembre-19 gennaio)

È Giove quest’anno l’ago della bilancia, e suona quasi come una stonatura, per te che sei così marziale e così poco abituata ad abbandonarti alla piacevolezza. Eppure è proprio lui a dettare il ritmo nel 2022, è proprio lui a offrirti emozioni di prima qualità quando transita nei Pesci (fino al 10 maggio e poi in novembre e dicembre) e a caricarti un po’ troppo, anche bellicosamente, quando entrerà in Ariete (dall’11 maggio a fine ottobre).

Va detto che Giove in Ariete tocca solo la prima decade, tutte le altre non dovranno tenere a bada gli istinti e le passioni, e potranno lasciare la propria inflessibilità libera di sciogliersi al cospetto di un Giove in Pesci altamente romantico. Puoi bussare alla porta del Cancro per guardare come sono fatti gli occhi a forma di cuore, oppure a quella dei Gemelli per farti prestare degli occhiali a forma di cuore. Esiste anche un numero svariato di sticker e altri gadget attraverso cui comunicare al mondo, una volta tanto, la tua giovialità dilagante. Altra buona notizia è che non avrai Marte contro dal 21 agosto alla fine dell’anno, quando farà una lunga sosta nei Gemelli. Questo è un grande vantaggio, perché puoi dedicarti a quello che sai fare meglio: convogliare tutte le energie sul tuo obiettivo. E soltanto su quello.
La congiunzione con Plutone in Capricorno: se sei nata dal 16 al 20 gennaio, la congiunzione di Plutone ti può proteggere e schermare da qualsiasi attacco, dandoti una forza, una resistenza e un fiuto invidiabili, oppure incombere come il peggiore dei nemici, chiedendoti ingenti quantità di sangue, come il formidabile Claes Bang nella miniserie Dracula. Tanto dipende dal rapporto che intrattieni con i tuoi desideri più profondi, con le tue paure, con il tuo inconscio. Se già facevi loro da dama di compagnia o da padre confessore, la congiunzione ti darà energia. Se li hai ripudiati perché non prioritari rispetto ai risultati tangibili, Plutone potrebbe farsi avanti con una certa prepotenza.
Nella stanza che non c’è con Nettuno in Pesci: la stanza non c’è ma puoi ricrearla tu, a tuo piacimento, grazie alla fantasia e a una visione potenziata che il sestile di Nettuno ti garantisce (terza decade). Puoi sognare in grande – hai un mare di sensazioni e pensieri magici a disposizione – e poi, grazie al trigono di Urano in Toro, calare quei sogni nella realtà.

AQUARIO
(20 gennaio-19 febbraio)

Nella macchina del tempo entrerai anche quest’anno e non perché il tuo Nettuno fa dei numeri da circo – addestrando sciami di insetti come Cencio (Pietro Castellitto) in Freaks out –, ma perché con Marte in Gemelli in trigono (dal 20 di agosto alla fine dell’anno) per te sarà come tornare ad avere 16 anni…

… la tua energia assomiglierà a un’opera d’arte da autenticare mediante un NFT (non-fungible token)! Per la tua brillantezza non ci saranno conii linguistici che tengano. Altro che smart, smart era tua nonna, qui tu sei il nuovo Heisenberg di Helgoland, sei la più veloce, la più astral-stupefacente-disorientante e soprattutto dissacrante eroina della nostra contemporaneità. Quando c’è Giove in Ariete (dall’11 maggio a fine ottobre), calzi anche lo stivaletto militare, ti nascondi nella compagnia dei maschiacci – quelli che fanno a gara per primeggiare – e li seduci tutti, con qualche battuta irriverente e una gioia un po’ provocatoria che li interdice. La giovinezza e la curiosità di un Marte in Gemelli sulla tua smaliziata visione delle cose dà un tocco di grazia… che non è quello della Bilancia, ma di chi in un dinamismo continuo riesce comunque a non sembrare superficiale e ad avere il fascino della sostanza. Solo se hai Saturno in congiunzione (se sei nata dal 7 al 14 febbraio), sei invitata alla calma, alla ponderazione, al distacco, a soppesare le situazioni attentamente prima di scegliere, a inforcare gli occhiali e a far cadere almeno qualche maschera. Saturno esige onestà e sincerità, che non vuol dire perdere il gusto dell’insolito e dell’inedito, ma guidarlo con estrema fermezza.
Una frenata con Urano in Toro: è lui a frenarti ancora, a rendere la quotidianità meno fulgida, a far diventare gli imprevisti, che solitamente ami, qualcosa di sgradito. Armati di pazienza, quest’anno il pianeta minaccia la seconda decade. Con Urano quadrato serve la mindfulness: metti la massima attenzione in ciò che fai.
Un’energia nuova con Giove in Ariete: ti fanno benissimo i sestili dell’Ariete, perché pur restando sofisticata hai una carica diversa, sei più vicina al cuore pulsante della vita, meno distaccata. Desideri in modo pieno, e i tuoi desideri per una volta tanto sono chiari, luminosi e non interscambiabili con quelli degli altri. Sono tuoi.

PESCI
(20 febbraio-20 marzo)

Partendo dal più grande e andando al più piccolo, così da non confonderti: i pianeti lenti – Plutone, Nettuno, Urano – sono tutti dalla tua parte. Hai l’assist di quelli che contano, dei pesci grossi insomma, dei buttafuori della galassia. Pianeti semilenti: Saturno che ti saluta dal vicino Aquario (uguale neutralità)…

… e Giove che transita nel tuo segno (fino ai primi di maggio e poi a novembre e dicembre), regalandoti gioie mistiche che nemmeno santa Maria Maddalena de’ Pazzi ha mai provato – attenzione solo, con Giove congiunto, agli eccessi d’incantamento e agli stupori angelici. Se proprio devi stare a un palmo da terra, non fare la pianta senza radici, fai la pianta aerea. Pianeti veloci: con Marte son dolori, perché da fine agosto starà nel dispettoso Gemelli, dove tenterà di farti ridere piangendo… una cosa che proprio tu non sai fare: o si piange come dio comanda o niente, su questo sei assolutamente intransigente. E invece con questo Marte in Gemelli il rischio di non capire più se piangere o ridere o se fare tutte e due le cose insieme, inserendoci magari anche qualche urletto, ce l’avrai. Marte opposto toglie le energie, in Gemelli potresti essere stanca soprattutto di testa, come se ce l’avessi nel frullatore. Se arrivi a dicembre dell’anno prossimo che inverti le parole e pronunci la parola shock come il nostro celebre ex primo ministro, tutto normale: la colpa è di Marte. Febbraio mese ottimo per te con tanti pianeti sestili dal Capricorno, che tengono ben saldi i palloncini del tuo cuore, facendoli ondeggiare senza che si perdano al vento.
Porte magiche con Nettuno in Pesci: in congiunzione se sei nata tra l’11 e il 16 marzo, ti regala una sensibilità, una sensitività, un’inventiva, lo spalancarsi di una dimensione magica davvero incredibile. Nettuno apre tante porte, quelle della mente. Puoi decidere tu quale vuoi esplorare.
Sulla terraferma con Urano in Toro: il pianeta rappresenta il tuo approdo sicuro per tutto il 2022, soprattutto se sei della seconda decade. Puoi immergerti a piacimento, facendo finta di essere Alessia Zecchini (una delle migliori apneiste al mondo) per poi tornare a riva, soddisfatta e sicura. La realtà non è una trama caotica, ma un disegno ordinato e vellutato che aspetta solo il tuo contributo.

  • Illustrazioni di Azzurra Galatolo

ARTICOLI CORRELATI