Vuoi ricevere la nostra newsletter? Iscriviti

Olio viso alla lavanda Garnier Bio

Parto subito con un’autodenuncia: non avevo mai usato un olio viso. Lo so, è quasi il 2020, eppure è così. Appassionata da sempre di beauty e skincare, nella vita ho sperimentato di tutto, ma sono sempre stata spaventata un po’ dalla sensazione di unticcio che non piace a nessuno, un po’ dal pensiero di poter peggiorare la situazione della mia pelle (normale, ma tendente al misto, soprattutto sulla fronte).

Sul primo punto, a smentirmi ci ha pensato Garnier. Sul secondo punto, ci ha pensato invece MUSA. La mia era una paura infondata, basata sul nulla, e ora sono certa che anche una pelle mista non possa far atro che trarre beneficio dai prodotti in olio (se volete approfondire l’argomento, leggete qui). Ma facciamo un passo indietro.

Cogliendo di sorpresa il mercato (o quantomeno sorprendendo me), qualche mese fa Garnier ha prodotto e lanciato una linea di prodotti certificati biologici, partendo dalla convinzione che a ogni esigenza specifica della pelle rispondano le virtù di una pianta. Le prescelte sono state la lavanda (rigenerante), il lemongrass (rinfrescante), l’argan (nutriente), il timo (purificante) e il fiordaliso (lenitivo), e con i loro oli essenziali sono state creati una serie di trattamenti adatti a tutti. Non potevamo davvero fare a meno di provarli.

La gamma si compone di:

• Crema viso antirughe alla lavanda
• Gel detergente viso al lemongrass
• Acqua micellare al fiordaliso
• Crema multiuso all’argan
• Crema viso al lemongrass
• Crema viso all’argan
• Contorno occhi alla lavanda
• Tonico viso al timo
• Spugna konjac esfoliante
• Olio secco alla lavanda

Tutti i prodotti sono certificati Ecocert, hanno formulazioni vegane, provengono da fonti rinnovabili e gli imballi in cartone sono riciclati e riciclabili. Alcuni ingredienti, dove possibile (ad esempio lavanda e argan) provengono dal commercio equosolidale. Ciliegina sulla torta, gli INCI dei prodotti: e non solo per la selezione degli ingredienti, ma anche per la chiarezza di esposizione. Affinché anche i meno esperti possano destreggiarsi con facilità, gli ingredienti sono infatti indicati sulla confezione con tanto di «traduzione» in italiano, per rendere il tutto estremamente comprensibile.

Contribuiscono al successo di questa linea i prezzi molto contenuti e la facile reperibilità dei prodotti, che a mio parere meritano di essere provati: anche per ci si approccia per la prima volta alla filosofia del «clean beauty».

Ma torniamo al nostro olio illuminante e levigante alla lavanda.

Foto di Violante Passadore per MUSA

L’azienda consiglia di usarlo puro, prima della crema o di aggiungerne qualche goccia alla crema stessa per arricchirne la texture e renderla più nutriente.

Personalmente ho sperimentato entrambi gli usi, convinta di preferire il secondo – sempre per la mia paura di rimanere unticcia – mentre invece ho avuto modo di apprezzarlo molto di più in purezza. L’olio si assorbe infatti con sorprendente facilità, lasciando la pelle morbida ed elastica.

Applicatelo con lievi movimenti circolari su viso, collo e décolleté e picchiettate dolcemente per favorirne l’assorbimento. Se avete la pelle secca non abbiate paura di abbondare: garantisco un rapido assorbimento anche con quantità più generose. Per le pelli miste consiglio invece di introdurre l’olio nella routine seral,e perché l’assorbimento potrebbe essere un pochino più lento.

Ma vediamo l’INCI nel dettaglio: 
al primo posto troviamo caprylic/capric trygliceride, un emolliente che ha sempre dimostrato un’ottima compatibilità con la pelle e l’ambiente, al quale seguono una serie di oli puri estratti dai semi o dai frutti dall’altissimo potere emolliente ed elasticizzante (oliva, jojoba, argan, lavanda, girasole).

Il prodotto è contenuto in un barattolo di vetro trasparente con tappo a pipetta contagocce. Il profumo di lavanda è intenso e piacevole – nonché molto rilassante. Dopo due settimane di applicazione ho notato un miglioramento a livello di elasticità della pelle, e nessun temuto effetto rebound, né comparsa di brufolini.

Lo consiglio senz’altro alle pelli secche o mature, ma anche a chi ha la pelle mista, soprattutto in questa stagione fredda.

* Beauty tip di MUSA: non applicate l’olio direttamente sulla pelle. Versatene piuttosto qualche goccia sul palmo della mano e massaggiate delicatamente (NON come quando vi lavate il viso, ma con tocchi più lenti e leggeri, che vanno dal basso verso l’alto e dall’interno verso l’esterno), in modo che il calore e il massaggio permettano all’olio di penetrare in profondità.

** Extra tip di MUSA: applicate l’olio sulla pelle leggermente umida, dopo il bagno o la doccia, dopo aver spruzzato l’acqua termale o dopo aver applicato il tonico: in questo modo potrà penetrare ancor più fondo e più velocemente.

♥ A cura di Federica Caricilli
Romana de Roma trapiantata a Milano da ormai tanti di quegli anni che ha messo su famiglia (con tanto di figlio!), lavora in una multinazionale ma, da brava Gemelli, fa anche un sacco di altre cose. Se non la trovate sul divano a leggere, è sicuramente chiusa in bagno a fare la sua beauty routine coreana.
OLIO VISO ALLA LAVANDA, GARNIER BIO
Benefits
Idratante, elasticizzante, illuminante.
Key ingredients
Olio di argan, vitamina E,olio di lavanda.
Shop

In tutti i supermercati e i rivenditori autorizzati.

11,99 € (30ml)