Vuoi ricevere la nostra newsletter? Iscriviti

Le maschere esfolianti del Dr. Roebuck’s

A proposito di esfoliazione, oggi vogliamo presentarvi due prodotti che abbiamo dapprima colpevolmente snobbato, in seguito messo alla prova e di recente utilizzato, con crescente entusiasmo. Si tratta di due maschere per il viso del brand australiano Dr. Roebuck’s, da qualche mese in vendita anche in Italia, da Sephora.

La prima è BYRON – maschera + esfoliante – la seconda è DAINTREE – maschera illuminante con AHA.

Foto di Violante Passadore per MUSA

Prima di raccontarvi di più, due parole sul brand:

Dr. Roebuck’s nasce dall’idea di due sorelle, Kim e Zoe, che hanno deciso di perfezionare la formula di una crema messa a punto dai genitori (entrambi medici) per prendersi cura della loro pelle delicata (spesso affetta da irritazioni ed eczema) e di metterla in commercio – creando un nuovo brand di skincare. Per risponde a nuove esigenze e creare cosmetici efficienti e benefici, con formulazioni «pulite», hanno ideato e messo in commercio cinque prodotti detergenti, sette creme idratanti, cinque sieri e sei maschere, che si prendono cura di tutti i tipi di pelle.

I prodotti sono sicuramente belli da vedere e piacevoli da usare, e – tra le tante maschere che abbiamo la fortuna di provare – sicuramente queste due, su di noi, hanno dimostrato la massima efficacia.

BYRON è una maschera detergente, esfoliante e idratante, ispirata alle splendide spiagge bianche di Byron Bay – da cui prende il nome.

La texture è pastosa, contraddistinta dalla presenza di microsfere di jojoba (cerchiamo sempre di evitare prodotti contenenti microplastiche!) – che consentono di esplicare la funzione esfoliante. Si stende facilmente ed è caratterizzata dal profumo (molto piacevole) dell’olio di menta piperita (tonificante e rinfrescante).

Come si usa? Va applicata due o tre volte alla settimana (non di più! Esagerare è inutile oltre che potenzialmente dannoso!) sulla pelle umida, massaggiando con delicatezza. Si lascia agire per circa cinque o 10 minuti e poi si elimina risciacquando abbondantemente e con cura, sotto l’acqua corrente tiepida.

La formulazione è priva di ingredienti «controversi» e contiene invece selezionati ingredienti attivi di origine vegetale, tra cui argilla bianca e caolino (purificante), estratto di tè verde (antiossidante) e olio di macadamia (idratante e antietà), tra gli altri. È l’ideale per la pelle normale e mista, ma anche secca e sensibile (come quella di chi scrive).

Dopo il trattamento l’incarnato è visibilmente più luminoso, la pelle è liscia, fresca, piacevolmente profumata e soffice.

50ml (26€) – Voto: 9/10

La seconda maschera è DAINTREE: un trattamento illuminante che prende il nome dalla più grande foresta pluviale dell’Australia, ovvero uno degli ecosistemi più complessi della terra.

Si tratta di una maschera esfoliante e illuminante, caratterizzata dalla presenza di alfa-idrossiacidi (AHA) derivati dal caviale di limone, un agrume di origine australiana, noto per le sue vescicole – che alla vista assomigliano al caviale e che si rompono in bocca sprigionando un sapore molto simile a quello del limone.

Si presenta come una pasta di consistenza densa e oleosa, di colore verde chiaro, dal profumo erboso. Al momento dell’apertura si nota una separazione del mix: è consigliabile infatti massaggiare il tubetto prima dell’utilizzo.

Come si usa? È necessario applicare uno strato spesso sulla pelle pulita e asciutta. Va lasciata agire per circa 10-20 minuti (a piacere) e poi si elimina risciacquando abbondantemente e con cura, sotto l’acqua corrente tiepida. Per ottenere migliori risultati, nelle istruzioni si raccomanda di utilizzare la maschera quotidianamente durante la prima settimana; e in seguito due o tre volte alla settimana. È adatta a tutti i tipi di pelle, anche quelle sensibili.

Al momento dell’applicazione è possibile avvertire un leggerissimo bruciore, che scompare col passare dei minuti: si consiglia comunque di provare sempre questo tipo maschere (ma in generale tutti i trattamenti di bellezza!) su un angolino del viso o del corpo, per capire se qualche ingrediente di origine vegetale può eventualmente dare fastidio o irritare la pelle.

Contiene, tra gli altri: olio di jojoba e di girasole, estratto di mirtillo (antiossidante e lenitivo) e prugna di Kakadu (tipica della zona). Si tratta di un frutto ricco di poifenoli, che uniforma il colorito, tonifica, protegge e stimola la produzione di collagene.

Dopo il trattamento, anche in questo caso, il grigiore scompare: la pelle è decisamente più chiara e luminosa, quasi ringiovanita.

50ml (26€) – Voto 8/10

Una raccomandazione: è importante dedicarsi a questo tipo di trattamenti esfolianti soltanto di sera, per evitare reazioni indesiderate, dovute all’esposizione solare. Quando utilizzate acidi esfolianti fate attenzione, infine, a non utilizzare nella stessa skincare routine prodotti contenenti altri principi attivi potenti, come la vitamina C oppure retinolo, che potrebbero stressare e irritare eccessivamente la pelle del viso, rendendola più secca e sensibile.

Beuaty tip: è consigliabile fare le maschere sotto la doccia o durante il bagno, con il calore gli ingredienti penetrano più a fondo e agiscono al meglio!

Dato che abbiamo parlato della splendida Australia, terra devastata in queste ultime settimane dagli incendi di cui tutti abbiamo sentito parlare, vi ricordiamo che è possibile fare una donazione per aiutare le associazioni e le comunità a riprendersi da questa immane catastrofe. 

Oltre alla Croce Rossa e al WWF, le donazioni possono essere fatte a:

NSW Rural Fire Service (NSW RFS) 
Rural Fire Brigades Association 

♥ A cura di MUSA