Vuoi ricevere la nostra newsletter? Iscriviti

Una guida per lavarsi il viso

Forse non tutti sanno che la salute e la bellezza della nostra pelle dipendono principalmente dalla pulizia quotidiana del viso, più che dai trattamenti. Se in determinati periodi dell’anno vi accorgete di avere la pelle particolarmente secca o reattiva, grassa e impura, asfittica o segnata da piccole rughe, concedetevi un momento per ripensare alla prima e fondamentale fase della vostra beauty routine: la detersione.

Con un po’ di pazienza, risolverete tanti piccoli fastidi per ritrovare un colorito luminoso e, insieme, anche il buonumore.

La prima regola è vincere la pigrizia e lavarsi il viso due volte al giorno, sempre e senza eccezioni. Se volete avere una pelle bella e sana, non ci sono scuse: ogni mattina e ogni sera siete costrette a dedicare qualche minuto a quello che diventerà un piacevole rituale di benessere. Non si va a letto truccate, per esempio: mai, mai, mai! Nemmeno quando si rientra a casa tardi, dopo una lunghissima giornata di lavoro, o tardissimo, dopo un party particolarmente impegnativo.

La seconda regola è scegliere con molta cura il detergente. Un NO categorico va ai prodotti troppo aggressivi che eliminano il naturale film idrolipidico della pelle (specialmente quelli che contengono tensioattivi di derivazione chimica), ma anche a quelli troppo delicati che non struccano e non puliscono. Eliminate dal vostro beauty case tutto ciò che contiene sostanze inutili o, peggio, occludenti e dannose. Controllate l’INCI dei prodotti che state utilizzando in questo momento e verificatene con attenzione il contenuto.

Foto di Giuseppe Palmisano

Sei consigli per una detersione perfetta (o quasi!):

  1. La prima cosa da fare, in modo particolare di sera quando dobbiamo rimuovere il make-up e i residui di sporco e smog accumulati durante la giornata, è passare sul viso un dischetto di cotone imbevuto d’acqua micellare delicata o detergente bifasico.
  2. In seconda battuta, massaggerete il vostro detergente sulla pelle per rimuoverlo subito dopo con l’acqua o (meglio) utilizzando un panno bagnato. Prendete in considerazione l’acquisto di oli (avete mai pensato di provare l’olio di cocco?) e burri per la detersione e l’impiego di panni in mussola o garza di cotone per rimuoverli. I detergenti a base oleosa puliscono in profondità e non aggrediscono la pelle (perché privi di tensioattivi aggressivi). Il panno bagnato, invece, permette di raggiungere tutte le zone del viso e ha il vantaggio di produrre una leggera esfoliazione che elimina cellule morte e impurità, stimolando al contempo la microcircolazione sanguigna.
  3. Sciacquate sempre abbondantemente e accuratamente il viso con l’acqua corrente tiepida (attenzione: mai troppo fredda, né troppo calda!).
  4. Asciugate il viso e il collo senza strofinare troppo energicamente per evitare, di nuovo, di stressare la pelle ed esporla al rischio di perdere la sua naturale elasticità.
  5. Procedete immediatamente all’applicazione del tonico (se non sapete a che cosa serve, leggete qui) e della vostra crema idratante.
  6. Ognuna di noi, scegliendo i prodotti giusti, arriverà a perfezionare la propria beauty routine, adattandola di volta in volta alle proprie necessità. Ad esempio, chi ha la pelle particolarmente grassa o impura può alternare i detergenti oleosi a gel delicati, da utilizzare principalmente di mattina. Lo stesso discorso vale per la scelta del panno: i materiali e la grana, più o meno liscia, possono avere effetti diversi su diversi tipi di pelle. Una pelle più distesa, pulita e sana sarà pronta ad accoglie al meglio i trattamenti che le riservate e la costanza vi premierà con risultati visibili.
♥ A cura di MUSA