Vuoi ricevere la nostra newsletter? Iscriviti

Guida alla doppia detersione

Se siete appassionate di skincare, di certo avrete già sentito parlare della famigerata doppia detersione: ma sapere davvero di cosa si tratta, come si esegue questo step della beauty routine e a chi è consigliato? Oggi proverò a rispondere per ordine alle tante domande che mi vengono poste sull’argomento.

Che cos’è la doppia detersione?
La doppia detersione è un passaggio della skincare che consiste nel detergere il viso con due detergenti: uno schiumogeno e l’altro oleoso.

• Nel caso del detergente schiumogeno si tratta di una detersione per contrasto, in cui la sostanza responsabile dell’azione lavante è il tensioattivo. La rimozione dello sporco è garantita dalla presente di tale sostanza (il tensioattivo), in grado di solubilizzare e veicolare il grasso e lo sporco nell’acqua.
• Nel caso del detergente oleoso si tratta di una detersione per affinità in cui la sostanza responsabile dell’azione detergente è il lipide (olio). Con questo metodo si asporta lo sporco della cute attraverso un olio o una miscela di olii che svolgono un’azione solvente nei confronti dei grassi in cui lo sporco è inglobato («il simile scioglie il simile»).

Perché utilizzare due detergenti?
Il detergente oleoso rimuove tutte le impurità a base di olio, tra cui il make-up, i filtri solari, il sebo e le tracce d’inquinamento atmosferico; il detergente schiumogeno elimina gli altri residui di sporco: si tratta quindi di una pulizia profonda e accurata.

Sappiate però che anche il solo detergente schiumogeno, grazie alla struttura chimica delle sue micelle, può asportare lo sporco a base di olio, per cui il mio consiglio è:

• Se eseguite un make-up leggero optate per uno struccaggio composto da acqua micellare + detergente schiumogeno;
• Se eseguite un make up «pesante» optate per la doppia detersione, quindi olio detergente + detergente schiumogeno;
• Per rimuovere i filtri solari, infine, prediligete la doppia detersione.

A chi è consigliata la doppia detersione?
Non è necessaria è non c’è una regola generale per tutti.
Optate per questo tipo di detersione in base al vostro tipo di pelle e alle vostre abitudini, testandola direttamente su di voi per capire se è congeniale.

Come si esegue la doppia detersione?
• Applicate il detergente oleoso sul palmo della mano (asciutta!) e usate le dita per massaggiarlo delicatamente sulla pelle (asciutta!) del viso, con movimenti circolari, per circa un minuto. Non utilizzate un olio qualsiasi come detergente oleoso, ma prediligete un olio formulato appositamente per la detersione: conterrà una sostanza emulsionante che vi consentirà di rimuovere più facilmente l’olio creando una microemulsione lattiginosa.

• Inumidite il viso e applicate il detergente schiumogeno, massaggiando con movimenti circolari.

• Infine, risciacquate con acqua tiepida (mai troppo calda o troppo fredda) e asciugate la pelle tamponando delicatamente con un asciugamano morbido.

Quante volte bisogna eseguire la doppia detersione?
È consigliabile eseguire la doppia detersione solo durante la skincare routine serale.
Dopotutto, questo è il momento in cui è probabile che la pelle sia coperta di trucco e sporcizia.

Dove ha avuto origine questa tecnica?
Giappone e Corea sono i padri fondatori. Secondo i rapporti, le geishe giapponesi usavano olii detergenti seguiti da un detergente schiumogeno per rimuovere il trucco bianco. La tecnica è diventata poi popolare attraverso i 10 step della skincare routine coreana.

♥ A cura di Maria Pia Priore
Laureata in Farmacia e specializzata in Scienze e Tecnologie Cosmetiche, è fondatrice e formulatrice della linea cosmetica SKIN FIRST ©.