Vuoi ricevere la nostra newsletter? Iscriviti

Cosmetici antiage

Per il terzo appuntamento di MUSA con la rubrica «La cosmetologa risponde», Elena Accorsi Buttini chiarisce i nostri dubbi sui cosmetici antiage.

Illustrazione di Elena Xausa

A che età è meglio cominciare a usare cosmetici antiage?
Questa è una domanda che difficilmente trova una risposta. Quando mi capita di sentire alcune signore over 50 che dicono «mah… oramai sarà meglio che cominci anch’io a usare un antiage!» io – che ho iniziato a usare il primo a vent’anni – sorrido. L’età giusta dipende strettamente dall’attenzione e dalla cura che le persone hanno della propria immagine. In linea di principio, la cosa più importante è mantenere sempre la pelle ben idratata. Poi poco importa se il cosmetico non contiene uno speciale peptide o la formula segreta del lichene islandico. L’idratante svolge già di per sé un’importante azione antirughe. Non dimentichiamoci mai che la crema solare e l’astensione dal fumo di sigaretta sono due potentissimi antietà.

Quali sono i migliori ingredienti antiage da ricercare negli INCI delle creme viso?
Io eviterei di basarmi esclusivamente sull’INCI per scegliere un cosmetico, ma piuttosto vi inviterei a pensare alla formulazione. Con gli stessi ingredienti formulati in modo diverso, infatti, si ottengono texture differenti e performance che hanno diversa efficacia. Succede la stessa cosa con le lettere dell’alfabeto! Vi faccio questo esempio: le parole «liceo» e «cielo» hanno le stesse lettere, ma la diversa combinazione dà un significato totalmente diverso. Io vi consiglio di provare diverse alternative e scegliere ciò che vi piace di più. Il cosmetico che sceglierete sarà più efficace anche solo perché voi avrete più costanza nell’utilizzo.

A cosa serve l’acido ialuronico? Che differenza c’è tra alto e basso peso molecolare?
L’acido ialuronico è una molecola in grado di legare a sé tante molecole d’acqua e quindi di esercitare un’azione umettante. Il peso molecolare è da considerarsi una proprietà di diverse tipologie di acido ialuronico, ma voglio ricordare che uno specifico peso molecolare – alto, basso o medio – non dà alcun aspetto migliorativo all’assorbimento del cosmetico. Spesso si sente dire «è a basso peso molecolare, per penetrare meglio» oppure «l’alto peso molecolare permette un assorbimento migliore», ma in realtà l’acido ialuronico, data la sua alta idrofilia, non viene assorbito attraverso la cute. E anche se fosse assorbito, l’assorbimento non dipenderebbe esclusivamente dal peso molecolare ma da una molteplicità di fattori chimico-fisici. La terminologia «alto, basso o medio» viene impiegata per impressionare il consumatore e dare al prodotto di un’aurea di scientificità e innovazione che, detto onestamente, nella sostanza non ha.

Si possono prendere integratori per bocca che aiutano a combattere l’invecchiamento cutaneo?
Non esistono prove scientifiche a dimostrazione del fatto che particolari integratori possano svolgere un’azione antiage sulla pelle. Molto più efficace è l’astensione dal fumo di sigaretta, qualora si fumasse. Così come un’alimentazione varia e uno stile di vita sano.

Qual è il tuo punto di vista sul collagene sotto forma di cosmetici o integratori? Funziona davvero come supporto alla pelle?
Se la dieta che facciamo è una dieta bilanciata non abbiamo bisogno di alcuna integrazione, perché carne e pesce contengono collagene in quantità più che sufficienti per rispondere al nostro fabbisogno.

♥ A cura di MUSA